torna alla home


formazione link editoriale iscriviti alla newsletter Concorsi eventi le novità contattaci! I servizi offerti da Studio Stylos chi siamo interviste recensioni letterature

sabato, 18 aprile 2009 

GATTITUDINI



Non c'è niente da fare: i gatti continuano a essere per me fonte di fascino e ispirazione. Il mio gatto Anakin, che mi ha concesso la liberatoria per pubblicare la sua foto nel blog (ben sapendo che sarà ammirato nella sua beata espressione), ormai è un collaboratore fisso. Se ne sta sempre accanto a me, appollaiato sulla tastiera, a fissa dimora esattamente davanti (davanti, non di lato) allo schermo del computer per impedirmi di distrarmi da lui trafficando su quel "coso" orribile che cattura tutta la mia attenzione. E così sono costretta a mille slalom per cercare di sbirciare cosa sto scrivendo con una mano (mentre l'altra è impegnata nei famosi "grattini" sulla testa che tanto piacciono ai gatti) controllandone l'esattezza. Un po' come quando al cinema, per la solita sfiga, uno spilungone si siede esattamente sulla poltrona davanti alla tua (sulla quale, vista l'altezza non propriamente normanna, tu affoghi) ignorando le vaste distese di poltorone vuote che si innalzano alla sua destra e alla sua sinistra. Il gatto no: lui prende la mira con consapevolezza, deve stare davanti e in nessun altro posto. Deve possedere tutta la tua concentrazione. Pazienza se inciampi nelle parole per un improvviso movimento caudino: il gatto è Re.

Lo sa bene chi ci convive. Ma anche se sono loro a ospitare te nella casa, e non il contrario, anche se ti riducono a brandelli sedie e poltrone, e ti svegliano di notte per gustare un crocchino, e ti portano code mobili di geco in mezzo al salotto (e tu corri a cercare il resto del povero geco sperando non sia troppo tardi), e ti fanno gli assalti quando muori di sonno...beh, malgrado questo e una serie di altri robusti motivi, il rapporto con loro è meraviglioso. Semplicemente, non potrebbero non esserci.

Tanto che a volte ti chiedi come facevi prima, quando non c'erano. E ti sembra impossibile...

servizi editoriali agenzia letteraria