torna alla home


formazione link editoriale iscriviti alla newsletter Concorsi eventi le novità contattaci! I servizi offerti da Studio Stylos chi siamo interviste recensioni letterature
martedì, 17 febbraio 2009
L'INVERNO DEL NOSTRO SCONTENTO

Sarà perché annuso la primavera con molto anticipo (ne avverto già la presenza a gennaio) ma la lunghezza di questo inverno cos' rigido non mi sconcerta troppo.

Mi piace avvolgermi come un gatto sulla coperta, e fare del divano la mia cuccia nelle sere polari di questi giorni. No, non mi dispiace. Anzi, non ne posso più dei "brrrr che freddo" che circolano - quasi esclusivi - nelle chiacchiere di questi giorni. Tanto appena fa caldo diremo "aaaahhh che caldo" con la stessa puntualissima litania. Sempre a brontolare sul clima, noi.

E poi, se ho freddo mi copro. Se ho caldo, invece, dopo la "danza dei sette veli" non ho più nulla da eliminare...

Guardo fuori, in questa pausa dal lavoro pomeridiano, e sento la bellezza del freddo che sta morendo, la meraviglia di una chiusura che comporterà preso una nuova apertura, ornata di giorni assolati e di mattutine fioriture.

Le giornate che ritardano le ombre in questo periodo sono speciali proprio perché annunciano i prossimi chiarori. E' nell'attimo fluttuante fra due "stazioni" che si respira un po' di magia. Più tardi, quando la primavera sarà sbocciata, ci saranno altre bellezze. E  godrà anche io, come tutti, dell'aria aperta e dei tepori.

Ma scomparirà il tocco arcano che lentamente, adesso, allunga il giorno e abbrevia la notte.

Insomma, la primavera può ancora aspettare un poco...

servizi editoriali agenzia letteraria